Emanuele Caposciutti | Fotografo

Toscana | Italia

Recensione stampa Alluminio Dibond Saal Digital

Ho avuto l’opportunità di provare gratuitamente uno dei prodotti di Saal Digital: la stampa su Alluminio Dibond. Nel mio caso, un pannello delle dimensioni di 60x40 cm. Per mettere alla prova la qualità della stampa, ho scelto un’immagine con le seguenti caratteristiche: un ritratto (quindi uno scatto co la presenza dell’incarnato, una delle cose più difficili da riprodurre correttamente in stampa) con un marcato chiaroscuro (sono presenti, nell'immagine, zone in ombra e zone direttamente illuminate dal sole).

Il file originale, qui in formato ridotto per il web, che ho mandato in stampa.

Bene, il risultato è soddisfacente. ll file è stato stampato fedelmente: i colori sono giusti, l’incarnato è ben reso, il contrasto equilibrato e la nitidezza ottimale

Una delle cose che più mi ha colpito di questa superficie, rispetto ad altre che ho provato in passato, è quanto la stampa prenda vita se esposta a una “bella” luce, nel mio caso quella del sole che entra al mattino dalla finestra del mio studio. I colori risplendono non appena investiti dal sole, acquisiscono brillantezza e vividezza maggiore che con altre superfici. Consiglierei questo materiale, insomma, per una stampa destinata a far bella mostra di sé vicino a una finestra o, magari, illuminata ad hoc da una fonte di luce artificiale di qualità e di temperatura media (cercando di evitare luci troppo calde e troppo fredde – ma questo vale un po' per tutte le stampe). 

La stampa sul focolare di sala, illuminata dalla luce pomeridiana d'autunno, in attesa d'essere appesa.

Per quanto riguarda la qualità dei materiali, solo col tempo si potrà dare un giudizio attendibile. Tuttavia, per adesso ho avuto l'impressione di solidità e cura.

Infine, il servizio: la produzione è stata rapida, la consegna veloce e l'imballaggio adeguato a proteggere il pannello.

Attrezzatura utilizzata: la foto è stata scattata con una Nikon D810, a cui era attaccato un Nikkor AF 50 f/1.8 D. Lo schermo su cui è stato sviluppato il file è un Eizo CG2420.